Sogni al di là del mare. Storie di migranti tra realtà e fantasia.


Da aprile 2016 in libreria


13 autrici e autori specializzati in letteratura per l’infanzia raccontano storie di migranti ai ragazzi e alle ragazze degli ultimi anni della scuola primaria e delle scuole medie. Storie un po’ vere, un po’ romanzate, in genere dolorose, a volte anche buffe e gioiosamente aperte a un lieto fine. Storie che prendono spunto dalla cronaca e che spesso hanno protagonisti bambini e bambine, ragazzi e ragazze. Storie che riguardano sogni: fuggire dalla guerra, trovare una nuova casa, mettere in salvo la propria famiglia, riunirsi ai propri cari. Fuad Aziz, Andrea Bouchard, Ornella Della Libera, Sofia Gallo, Sabrina Giarratana, Pamela Pergolini, Cristiana Pezzetta, Annamaria Piccione, Maria Giuliana Saletta, Luisa Staffieri, Dino Ticli, Donatella Trotta, Andrea Valente si esprimono con i più diversi registri letterari: racconto giornalistico, racconto fantastico, poesie, filastrocche, haiku, racconti e poesie tra realtà e fantasia. Alle 13 voci di autrici ed autori si aggiungono quella di Leoluca Orlando, sindaco di Palermo, che ci ha donato un'appassionata presentazione e quella di Davide Camarrone, Direttore Artistico del Festival delle Letterature Migranti, che ci ha invece regalato una prefazione in cui racconta il potere delle parole. Un progetto immaginato da alcuni anni, dal bisogno di spiegare le cronache amare dei telegiornali, che prende forza a Palermo al primo Festival della Letteratura Migrante dove si incontrano due autrici: Sofia Gallo e Annamaria Piccione, un autore/illustratore, Fuad Aziz, e un’editrice, Donatella Caione, i quali insieme concretizzano l’idea partendo dalla convinzione che la letteratura sia passaporto per l’accoglienza e vada sempre avanti rispetto alla società. Un libro che è un’esigenza di noi grandi per cercare di spiegare il mondo a chi dovrà prendersene cura dopo di noi. La copertina e gli schizzi interni in bianco e nero sono di Fuad Aziz.Le autrici e gli autori del libro hanno scelto di devolvere i loro diritti d'autore a sostegno delPoliambulatorio di Crotone dell'organizzazione umanitaria INTERSOS

Il libro può essere acquistato qui e qui






Io vorrei…
Sogni e desideri di bambini raccontati dai grandi



Tredici sogni nel cassetto di meniños de rua di San Paolo del Brasile diventano altrettante favole, scritte e disegnate da alcuni dei più quotati autori e illustratori di libri per l’infanzia italiani: Antonella Abbatiello, Farid Adly, Filippo Brunello, Emanuela Bussolati, Annalaura Cantone, Chiara Carminati, Francesca Chessa, Luciano Comida, Francesca Crovara, Anna Curti, Sabrina Giarratana, Anna Lavatelli, Beatrice Masini, Donata Montanari, Carlo Muttoni, Elisabetta Jankovic, Giulia Orecchia, Paola Parazzoli, Roberto Piumini, Luisella Seveso, Bruno Tognolini, Pia Valentinis, Anna Vivarelli. E’ l’idea del libro “Io vorrei…”, pubblicato dalle Edizioni Condé Nast. Il libro è venduto solo su ordinazione dalla Ong Nuovi Spazi al Servire: nuovispazi.nss@libero.it. Il ricavato dalla vendita è interamente devoluto al Centro per i meniños della favela di Santa Teresinha, a San Paolo, come contributo per la costruzione e il mantenimento di una scuola professionale che toglie dalla strada circa 130 ragazzi all’anno, offrendo loro nel contempo qualche opportunità per un futuro dignitoso. Altre informazioni sul libro si possono leggere qui






Pinocchiate d’Autore


Più di quaranta scrittori dell’ICWA, Associazione Italiana degli Scrittori per Ragazzi, svelano le loro pinocchiate memorabili in più di quaranta racconti divertenti, regalando al lettore scorci di epoche diverse, di infanzie lontane, di famiglie italiane. L’ombra di Pinocchio sullo sfondo, a ricordarci col suo naso lungo e le sue agili gambe di legno che la letteratura per ragazzi italiana fa parte di un patrimonio culturale riconosciuto nel mondo e che è compito degli autori di adesso mantenere questo ruolo internazionale.

Qui puoi scaricare l’ebook e sostenere ICWA




Ecco qui una piccola selezione di poesie e filastrocche scritte in occasioni speciali, per siti amici, mostre collettive di poesia, concorsi, riviste, o per la semplice semina nelle scuole

Per la mostra fotografica collettiva Il muro del silenzio
Reportage di viaggio nei Campi Profughi Sahrawi di Tindouf in Algeria


Filastrocca della terra (già pubblicata nel libro Amica Terra)
Filastrocca della famiglia larga (già pubblicata nel libro Filastrocche in valigia)
Canto delle donne (già seminata per l’8 marzo e con Cara Pace Ti Scrivo)
Rap delle lacrime

Per la mostra collettiva Due etti di poesia legata al Concorso Cara Pace Ti scrivo,
per raccogliere fondi per Emergency e Amnesty International



Contro la proposta di schedatura dei bambini rom,
per il sito di Alberto Melis



Per concorsi


La brutta filastroccola (vincitrice del Concorso La filastroccola, XXIV Premio Andersen Il Mondo dell’Infanzia)
Ho la testa nel pallone

Per riviste


Piccolo Grande Rosso (per il giornalino La Giostra, pubblicata poi in quattro quartine)
Rosso (una filastrocca timida e inedita, scritta sempre per La Giostra)

Per la Giornata Internazionale dei Diritti dell’Infanzia e per gli auguri di Natale sul sito di Bimbibo


Filastrocca per un mondo diritto
Non fare il bambino
Filastrocca del diario di viaggio
Conta delle carezze
Una guerra speciale (scritta dai bambini della Classe II D della Scuola Pascoli di Cento, anno scolastico 2008-2009)

Per la semplice semina nelle scuole


Filastrocca della televisione
Filastrocca del cervello
Filastrocca dei semi di pace (pubblicata poi sul giornalino di Giulio Coniglio e illustrata da Pia Valentinis)